Sponsors e Partners



Attività Sportiva

Attività Culturale

Apericena all' AKUNA MATATA

 

Visita ai musei vaticani

 

Link utili

Home Eventi
Eventi
Donazione sangue PDF Stampa E-mail
Scritto da robcom   
Sabato 05 Maggio 2018 12:55

Corri con AVIS , dona il sangue!


Gentile Atleta,

donare il sangue è sempre un gesto di civiltà e di solidarietà, lo è ancor di più in momenti come quello attuale dove a Roma si registra una carenza per i tanti ammalati in ospedale in attesa di un operazione. Se sei in età compresa  tra i 18 e i 65 anni, quindi, c’è bisogno che le  persone in buono stato di salute diventino donatori abituali con AVIS ROMA  per far fronte a questa emergenza che lascia moltissimi ammalati senza l’elemento necessario per le loro e le nostre vite, il sangue.


Ai donatori abituali e non, ricordiamo l'importanza di essere donatori non solo nelle emergenze e di programmare la propria donazione nell'ambito dei calendari predefiniti. Donare è un ottimo modo anche per monitorare il proprio stato di salute visto che ognuno riceverà le proprie analisi puntuali. Il prossimo 12 Maggio come Gruppo ASD Ostia Antica Athletae - Via Pericle Ducati 1 – saremo ad  Ostia Antica con autoemoteca. Prenota subito la tua donazione via sms o whatsapp a Mauro sul 331.6005559.


Raccomandiamo al donatore di non assumere farmaci e parafarmaci anti-infiammatori (anche farmaci senza ricetta medica) cinque giorni prima della donazione  (tipo Aulin o Aspirina) e di ricordare che prima della donazione è consentita una colazione leggera con tè, caffè. E’ assolutamente vietata l’assunzione di latte e derivati. La sera prima della donazione del sangue effettuare un pasto normale, senza eccessi



Perchè donare

Donare il sangue è un gesto di solidarietà…Significa dire con i fatti che la vita di chi sta soffrendo mi preoccupa.

Il sangue non è riproducibile in laboratorio ma è indispensabile alla vita.Indispensabile nei servizi di primo soccorso, in chirurgia nella cura di alcune malattie tra le quali quelle oncologiche e nei trapianti.

Ad ogni donazione parte del sangue donato viene utilizzata per eseguire una serie di esami che hanno lo scopo di tenere sotto controllo la salute del donatore.

Tutti domani potremmo avere bisogno di sangue per qualche motivo. Anche TU. La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo di solidarietà da cui ognuno può attingere nei momenti di necessità.

Le donazioni di donatori periodici, volontari, anonimi, non retribuiti e consapevoli…Rappresentano per AVIS una garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona.



Come farlo

Donazione tradizionale in Autoemoteca

E’ la donazione di sangue intero a digiuno o con una colazione leggerissima (solo caffè e the), richiede circa 10 minuti e consiste nel prelievo in media di 450 ml di sangue che verrà successivamente analizzato e frazionato nelle sue componenti principali: globuli rossi, piastrine e plasma.

Plasmaferesi (in ospedale)

Viene eseguita con un’ apparecchiatura dotata ovviamente di circuiti sterili e monouso.



Chi Dona

Requisiti richiesti al donatore

Età:  Compresa tra i 18 ed i 65 anni per la prima donazione. Chi è già donatore può superare il limite dei 65 anni in relazione ovviamente allo stato di salute in atto e alla valutazione cardiologica.  Possono donare 4volte l’anno gli uomini e due volte l’anno le donne in età fertile.

Peso:  Non inferiore a 50 kg (indipendentemente dalla statura o dalla costituzione)

Pressione arteriosa:       inferiore a180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA)

inferiore a 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA)




Ultimo aggiornamento Sabato 05 Maggio 2018 13:01
 
Per antiqua itinera 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Sabato 18 Giugno 2016 21:00

Per Antiqua Itinera 2017


Grande successo per la gara annuale tenutasi Domenica 30 Aprile. La gara si è snodata come sempre tra il parco archeologico,
il borghetto e le campagne di Ostia Antica. Presenti oltre 800 atleti che hanno condiviso con noi una giornata di sport ed amicizia.




Di seguito le classifiche:

I primi classificati tra gli uomini.....

 

I primi classificati tra le donne.....

 

Le prime 5 società per numero di iscritti....

 

I vincitori del buono elettronico sono....

Elio Riccardi, Doreen Elzner, Dario Pontuale, Antonio Di Marco, Maria Kowalczyk,

Loris Carloni, Ferdinando De Paulis, Anselmi Giovanni, Francesco Magini, Sonia Romagnoli.


Ultimo aggiornamento Martedì 02 Maggio 2017 17:19
 
16 gennaio 2015 festeggiamo 10 anni di SUCCESSI UMANI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

 

clicca sulla torta

Carissimi amiche/i,

 

Ben arrivati a tutte e a tutti, Vi abbracciamo e Vi salutiamo personalmente uno per uno.
Oggi festeggiamo la decima candelina della nostra Associazione! Chi lo avrebbe mai detto che avremmo raggiunto questa età quando con Giancarlo, Umberto, Mauro e Angelo abbiamo iniziato a progettare l’idea? Quante discussioni, riunioni, idee. Quante difficoltà. La prima il confronto con la dura realtà. La necessità di soldi per costituirla. E così ci siamo auto-tassati!
Fin dall’inizio il nostro desiderio principale, che ci siamo dichiarati e che abbiamo formalizzato anche nell’atto costitutivo, è stato e rimane quello di fare in modo che l’Associazione non fosse l’espressione di un capo/proprietario (sempre quello per decenni) immutabile e assoluto; ma fosse l’espressione di una gestione collettiva e condivisa. Per cui il Presidente, nel suo periodo di carica, è si il primo ma tra altri primi: i componenti il Direttivo. Non potete immaginare quanta fatica questo implica per ciascuno di noi e (a volte) provoca anche accesi contrasti. Ve ne sono stati e ve ne sono ancora.
Ma, se superati, sottolineiamo che questo ha favorito anche una certa maturazione personale e nei rapporti tra di noi.

Non è stato e non è per noi un mestiere, gestire la nostra Associazione. E’ ogni giorno la realizzazione del desiderio di stare insieme, di crescere insieme nel rispetto reciproco.
Siamo convinti anche che l’Associazione in quanto struttura e tutti gli Associati possono beneficiare di questa scelta sotto vari punti di vista (concreti, di attenzione, di apertura, di discussione, di democrazia…).
Ovvio ci sono stati degli errori e registriamo anche qualche fallimento. Non vanno e non possiamo dimenticarli. Ma dobbiamo metterli a frutto per migliorare e andare avanti.
La nostra associazione, lo vedete tutti, sta crescendo sia in termini numerici e sia in relazione alla considerazione e attenzione che ci riserva la comunità locale e le altre società di atletica.
Dobbiamo e possiamo essere soddisfatti per quanto siamo stati in grado di realizzare sin qui, questo ci spinge a continuare su questa strada, ma dobbiamo fare attenzione a non dimenticare le motivazioni e le idee che ci hanno portato a metterci insieme: l’amicizia, il rispetto dell’altro, il desiderio di fare sport, la natura.
Il gruppo, la nostra unione, l’amicizia sono la base per andare avanti. E’ la corsa lo strumento che ci aiuta in questo, quindi, cerchiamo di correre insieme quanto è più possibile. Invito tutti sia i vecchi iscritti che quelli dell’ultimo anno a cercare di cambiare, ove possibile, le reciproche abitudini in modo da riuscire a correre insieme per essere veramente gruppo.

Abbiamo realizzato insieme delle iniziative che hanno migliorato la nostra aggregazione: penso ai viaggi a Berlino e quest’anno a Valencia. Sono state esperienze belle, non solo da un punto di visto sportivo. Hanno favorito il coinvolgimento anche delle famiglie e degli amici.
Anche le iniziative a carattere culturale, seppure non sono state molte, ma sono state di elevata qualità (cito ad esempio il Foro Traiano e quest’anno i musei Vaticani – avete notato che eravamo tanti mi pare oltre 40). 
Non è stato facile ma è molto importante soprattutto, tengo a sottolinearlo, che sono stati realizzati per l’iniziativa e con l’impegno di tutti. 
Ognuno di noi (intendiamo anche voi) ha delle qualità e delle capacità che può mettere a frutto all’interno della nostra Associazione (anche non facendo parte del Direttivo), per favorire l’aggregazione. 
E la nostra gara? Anche lei quest’anno raggiungerà le 10 candeline. Che fatica, ma che soddisfazione vedere la faccia soddisfatta degli atleti partecipanti. Per noi possono intervenire in pochi o in tanti, il nostro unico desiderio è farli stare bene!

Non vogliamo dilungarci troppo ma vogliamo e dobbiamo sottolineare l’aiuto e il sostegno ricevuto fin dalla nostra costituzione dal nostro Ente di Promozione Sportiva l’AICS presieduto da Monica e prima dal papà l’amico Massimo ZIBELLINI, che tutti conosciamo e l’amico Vittorio BOCCANERA Presidente del Circolo del Tennis di Ostia Antica che non solo in occasione della gara ma in tutte le nostre iniziative sul territorio ci sostiene con i suoi associati e le proprie strutture.

 


saluti ed ARRIVEDERCI al VENTENNALE!

 

Il Vostro Consiglio Direttivo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fine

 

 

 

 

 
Gita a Villa D'este PDF Stampa E-mail
Domenica 21 Ottobre 2007 00:00

 

In Virtù della nostra peculiarità sportiva ma anche culturale non poteva mancare la visita di questo importante sito storico e di straordinaria bellezza che ha fatto registrare una grande adesione dei nostri associati. La visita ha proseguito presso un caratteristico ristorante all'interno della cittadina di TIVOLI.

La Storia

Villa d’Este, capolavoro del giardino italiano e inserita nella lista UNESCO del patrimonio mondiale, con l’impressionante concentrazione di fontane, ninfei, grotte, giochi d’acqua e musiche idrauliche costituisce un modello più volte emulato nei giardini europei del manierismo e del barocco.

Il giardino va per di più considerato nello straordinario contesto paesaggistico, artistico e storico di Tivoli, che presenta sia i resti prestigiosi di ville antiche come Villa Adriana, sia un territorio ricco di forre , caverne e cascate, simbolo di una guerra millenaria tra pietra e acque. Le imponenti costruzioni e le terrazze sopra terrazze fanno pensare ai Giardini pensili di Babilonia, una delle meraviglie del mondo antico, mentre l’adduzione delle acque, con un acquedotto e un traforo sotto la città, rievoca la sapienza ingegneresca dei romani.

Il cardinale Ippolito II d’Este, dopo le delusioni per la mancata elezione pontificia, fece rivivere qui i fasti delle corti di Ferrara, Roma e Fointanebleau e rinascere la magnificenza di Villa Adriana. Governatore di Tivoli dal 1550, carezzò subito l’idea di realizzare un giardino nel pendio dirupato della “Valle gaudente”, ma soltanto dopo il 1560 si chiarì il programma architettonico e iconologico della Villa, ideato dal pittore-archeologo-architetto Pirro Ligorio e realizzato dall’architetto di corte Alberto Galvani.

 

 

fine

 
Visita al QUIRINALE PDF Stampa E-mail
Domenica 12 Marzo 2006 12:38

 

 

 

fine

 
Gita sul Treno a Vapore PDF Stampa E-mail

 

 

 

 

 

 

fine

 
Crociera sul TEVERE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 28 Maggio 2005 16:13

 

CROCIERA sul TEVERE

L''Associazione ha organizzato la minicrociera da Roma ad Ostia Antica ripercorrendo le antiche vestigia dei navigatori che giungevano a Roma per il trasporto di derrate e persone. Hanno partecipato 44 persone tra associati e famigliari.

 

Il biondo Tevere, come veniva definito nell'antichità, nasce sul monte Fumaiolo nell'Appennino tosco-romagnolo; con un tragitto di oltre 400 Km per la Toscana, l'Umbria e il Lazio, arriva al Mar Tirreno, dopo aver attraversato i colli di Roma.
Il nome più antico del fiume, secondo molte fonti, fu Albula; solo in un secondo momento sostituito dai romani con Tiberis e Thibris.
Al Tevere è legata la storia della fondazione di Roma, nel 753 A.C, ma i primi insediamenti significativi, situati verso la foce, nella zona di Ostia Antica, risalgono al VI secolo a.C.
Da tempi remoti Roma e Veio rivaleggiarono per il controllo del commercio sul fiume
, fino agli inizi del IV secolo a.C., data che segna la caduta di Veio e l'inizio dell'egemonia romana.

 

 

fine

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Ottobre 2011 19:55
 


Avis Roma


Per antiqua itinere 2018


Roma Ostia 2017

Maratona di Roma 2016

Per Antiqua Itinere 2016

Borgo Hermada 2016

Roma Ostia 2016

Trofeo Lidense 2016


Gerusalemme, la mezza...

Due fratelli a Colonia

Saint Petersburg

Sulle tracce del LUPO (Maiella)

100Km del PASSATORE

La mezza di Palermo

Chi è On-line

 21 visitatori online